martedì 7 aprile 2020

Il ripieno della cima genovese versione vegetariana

la ricetta della cima genovese
La cima alla genovese è una ricetta tipica ligure. Questa che vi mostro è una versione rivisitata della cima alla genovese, cioè è il ripieno senza la tasca e di conseguenza la versione vegetariana della cima
Era una proposta molto apprezzata quando avevo il ristorante perché della cima alla genovese non è buonissima la tasca di vitello ma il ripieno.

Come si prepara il ripieno della cima alla genovese senza la tasca di vitello?

Semplice procediamo con ordine. Il ripieno della cima è un misto di ingredienti con tempi di cottura diversi ma la cosa più bella è che nella tradizione ligure gli ingredienti non erano sempre gli stessi perché i liguri usavano questa ricetta per svuotare il frigo! Io in questa versione ho usato:


due carote piccole
200 g di piselli
50 g di pinoli
due zucchine
qualche foglia di bietole
8 uova
150 di formaggio grattugiato
mezza cipolla
olio extravergine di oliva
sale
pepe
noce moscata

Ho fatto bollire in acqua salata le carote e le foglie di bietole. Ho precotto i piselli.
In una padella antiaderente ho messo l'olio extravergine di oliva, le carote pulite e tagliate a cubetti, ho aggiunto in ordine, la cipolla, i pinoli, le bietole, le zucchine insomma tutti gli ingredienti tranne le uova ed il formaggio.
Non appena tutto è cotto ho lasciato raffreddare e solo a quel punto ho aggiunto le uova e il formaggio.
In una sacca da sottovuoto ho messo tutto il composto, richiuso e fatto cuocere un'ora immerso nell'acqua.
A cottura ultimata ho riposto in frigorifero e solo quando è completamente freddo, quindi 3 ore dopo ho aperto il sacchetto, tagliato a cubetti e servito con un contorno di insalata e cipolla.
Il ripieno della cima è un ottimo antipasto o anche un secondo piatto

2 commenti:

  1. Che figata..si può dire?? Beh ormai l'ho detto!!! :P
    Grande idea super originale!!!

    Un abbraccio grande Francesca
    Moni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica, grazie, sì diciamoci la verità, la cima è buonissima ma la tasca si può evitare...

      Elimina